Fondo integrativo per i Comuni montani

Il Fondo integrativo per i comuni montani è stato istituito dalla legge 24 dicembre 2012 n. 228, “Legge di stabilità 2013”, art. 1, commi 319, 320, 321.

I soggetti destinatari del Fondo, le modalità di individuazione dei criteri di valutazione, la procedura per la formazione del decreto di riparto dei fondi, le modalità di presentazione delle domande di finanziamento, di liquidazione dei fondi e di modifica e monitoraggio dei progetti sono stati definiti dal decreto del Ministro per gli affari regionali e le autonomie del 16 gennaio 2014.

Il 6 aprile 2017 la Conferenza Unificata ha espresso l’intesa sulla griglia di criteri di valutazione dei progetti e sui tetti di spesa da utilizzare per la formazione delle graduatorie contenuti nel Bando riferito alle annualità 2018, 2019 e residui 2014-2017.

La comunicazione della avvenuta pubblicazione del Bando 28 giugno 2019 è stata riportata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, Serie Generale n. 161 del 11 luglio 2019.

In data 9 dicembre 2020 è stato pubblicato il decreto 7 dicembre 2020 di approvazione delle graduatorie dei progetti presentati dai comuni montani, predisposte dalle regioni.

Successivamente alla pubblicazione del decreto dipartimentale 7 dicembre 2020, alcuni comuni, risultati esclusi per carenza documentale, ai sensi dell’art. 13, comma 1, lettera f), p.1, hanno richiesto la riammissione in graduatoria.

Il Dipartimento, dopo aver acquisito il parere dell’Avvocatura di Stato, ha ritenuto di dovere procedere ad una revisione delle graduatorie e ha invitato le Regioni, nelle cui graduatorie erano presenti comuni esclusi, ai sensi dell’art. 13, comma 1, lettera f), p.1., a rivalutarne la posizione ed a trasmettere l’eventuale aggiornamento della graduatoria.

A conclusione di questa istruttoria suppletiva, sono risultate modificate le graduatorie delle regioni Lombardia, Friuli-Venezia Giulia, Lazio e Puglia ed è emersa la necessità di effettuare la correzione di un errore materiale relativo alla graduatoria della regione Abruzzo.

Decreto 14 aprile 2021 di approvazione delle graduatorie relative al Bando 28 giugno 2019 del Fondo nazionale integrativo per i comuni montani, sostitutivo del Decreto 7 dicembre 2020

Il decreto 14 aprile 2021, sostitutivo di quello del 7 dicembre 2020, provvede alla approvazione delle graduatorie finali per ciascuna regione.

Il decreto, a firma del Capo del Dipartimento per gli affari regionali e le autonomie è relativo alle graduatorie delle regioni Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Emilia-Romagna, Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Siciliana e Sardegna ed ha valore legale di notifica degli esiti della procedura.

Al decreto sono allegate le graduatorie di tutte le regioni, escluse le Province autonome di Trento e Bolzano, ai sensi dell’articolo 2, comma 109, della legge 23 dicembre 2009 n. 191.   

In data 23 novembre 2021, a seguito di ulteriore verifica della graduatoria da parte della regione Lazio, viene pubblicato il decreto di revisione della graduatoria aggiornata predisposta dalla Regione.

Decreto 23 novembre 2021 di approvazione della graduatoria revisionata dalla regione Lazio relativa al Bando 28 giugno 2019 del Fondo nazionale integrativo per i comuni montani, sostitutiva di quella allegata al Decreto 14 aprile 2021.

Il decreto, a firma del Capo dell’Ufficio I per gli affari regionali e le autonomie è datato 23 novembre 2021, è relativo alla graduatoria aggiornata dalla regione Lazio e, come previsto dal Bando del 28 giugno 2019 del Fondo integrativo per i comuni montani per le annualità 2018-2021 e residui 2014-2017, ha valore legale di notifica degli esiti della procedura.

I decreti di approvazione delle graduatorie non dispongono l’impegno al finanziamento dei progetti in quanto il comma 320 dell’articolo 1 della legge 24 dicembre 2012 n. 228, “Legge di stabilità 2013” prevede che, “All'individuazione dei progetti di cui al comma 321, si provvede, entro il 30 marzo di ciascun anno, con decreto del Ministro per i rapporti con le regioni e per la coesione territoriale, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze e il Ministro dell'interno, previa intesa in sede di Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, e successive modificazioni. Lo schema del decreto è trasmesso alle Camere per l'acquisizione dei pareri delle Commissioni parlamentari competenti per i profili finanziari, da esprimere entro trenta giorni dalla trasmissione. Qualora il Governo non intenda attenersi alle condizioni contenute nei pareri, lo schema è nuovamente trasmesso alle Camere, corredato di una relazione, per l'acquisizione di un nuovo parere delle medesime Commissioni, da esprimere entro i successivi quindici giorni. Decorso il termine di cui al precedente periodo, il decreto può essere comunque adottato”.

 

Bando 28 giugno 2019 – Documento completo (.pdf)

Decreto 23 novembre 2021 di approvazione della graduatoria revisionata dalla regione Lazio relativa al Bando 28 giugno 2019 del Fondo nazionale integrativo per i comuni montani, sostitutiva di quella allegata al Decreto 14 aprile 2021 (pdf)

Graduatoria della regione Lazio aggiornata a Novembre 2021 (.pdf)

• Decreto 14 aprile 2021 di approvazione delle graduatorie relative al Bando in data 28 giugno 2019, sostitutivo del decreto 7 dicembre 2020 (.pdf)

Graduatoria della regione Piemonte aggiornata ad Aprile 2021 (.pdf)

Graduatoria della regione Valle d’Aosta aggiornata ad Aprile 2021 (.pdf)

Graduatoria della regione Lombardia aggiornata ad Aprile 2021 (.pdf)

Graduatoria della regione Veneto aggiornata ad Aprile 2021 (.pdf)

Graduatoria della regione Friuli Venezia Giulia aggiornata ad Aprile 2021 (.pdf)

Graduatoria della regione Liguria aggiornata ad Aprile 2021 (.pdf)

Graduatoria della regione Emilia-Romagna aggiornata ad Aprile 2021 (.pdf)

Graduatoria della regione Toscana aggiornata ad Aprile 2021 (.pdf)

Graduatoria della regione Marche aggiornata ad Aprile 2021 (.pdf)

Graduatoria della regione Umbria aggiornata ad Aprile 2021 (.pdf)

Graduatoria della regione Lazio aggiornata ad Aprile 2021 (.pdf)

Graduatoria della regione Abruzzo aggiornata ad Aprile 2021 (.pdf)

Graduatoria della regione Molise aggiornata ad Aprile 2021 (.pdf)

Graduatoria della regione Campania aggiornata ad Aprile 2021 (.pdf)

Graduatoria della regione Puglia aggiornata ad Aprile 2021 (.pdf)

Graduatoria della regione Basilicata aggiornata ad Aprile 2021 (.pdf)

Graduatoria della regione Calabria aggiornata ad Aprile 2021 (.pdf)

Graduatoria della regione Siciliana aggiornata ad Aprile 2021 (.pdf)

Graduatoria della regione Sardegna aggiornata ad Aprile 2021 (.pdf)

 

• Decreto 7 dicembre 2020 di approvazione delle graduatorie relative al Bando in data 28 giugno 2019  (.pdf)

 

Il decreto è disponibile anche sul sito: Governo – Amministrazione trasparente.

Comunicazioni o richieste di chiarimento, possono essere indirizzate all’Ufficio I - Ufficio per le politiche urbane e della montagna, la modernizzazione istituzionale e l’attività internazionale delle autonomie regionali e locali - tramite la casella di posta del Dipartimento per gli affari regionali e le autonomie: affariregionali@pec.governo.it

 

 

 

 

Annualità 2018, 2019 e residui 2014-2017 - Bando 28 giugno 2019

Il Bando dell'annualità 2018, 2019 e residui 2014-2017 è stato pubblicato su questo sito in data 28 giugno 2019.

I soggetti destinatari del Fondo, le modalità di individuazione dei criteri di valutazione e la procedura per la formazione del decreto di ripartizione dei fondi e le modalità di presentazione delle domande di finanziamento, di liquidazione dei fondi e di modifica e monitoraggio dei progetti sono stati definiti dal decreto del Ministro per gli affari regionali e le autonomie del 16 gennaio 2014, registrato alla Corte dei Conti il 11.03.2014, n. 688. 

A seguito della mancata intesa nella seduta del 21 febbraio 2019 della Conferenza Unificata, come previsto dall'articolo 3 comma 3 del decreto legislativo 28 agosto 1997 n. 281, l'emanazione del decreto a firma del Capo del Dipartimento per gli affari regionali e le autonomie per il Bando per l'annualità 2018, 2019 e residui 2014-2017 del Fondo integrativo per i comuni montani è stata autorizzata con delibera del Presidente del Consiglio dei Ministri in data 11 giugno 2019.

Il Bando imposta le modalità di presentazione delle richieste di finanziamento dei progetti da parte dei comuni totalmente montani. 

Le domande vanno presentate agli uffici delle competenti regioni, a pena di esclusione, entro i 90 gg. successivi alla data di pubblicazione sopra indicata e, quindi, entro il 26 settembre 2019.
Per la presentazione delle domande e dei progetti, i Comuni, secondo quanto previsto dal comma 6 dell'articolo 10 del Bando, devono utilizzare la “Dichiarazione” e la “Scheda del Progetto” allegata al Bando e scaricabile in formato modificabile (doc).
 

 

La pubblicazione è stata comunicata nella Gazzetta ufficiale della Repubblica Italiana, Serie Generale n. 161 dell'11.7.2019. 

I documenti sono disponibili anche sul sito: Governo -  Amministrazione trasparente

Comunicazioni o richieste di chiarimento possono essere inviate all'Ufficio I - Ufficio per le politiche urbane e della montagna, la modernizzazione istituzionale e l'attività internazionale delle autonomie regionali e locali, tramite la casella di posta del Dipartimento per gli affari regionali e le autonomie: affariregionali@pec.governo.it

 

 

 Atti Annualità 2014-2017

- Decreto del 16 gennaio 2014  (file .pdf)

- Intesa in Conferenza Unificata e griglia di valutazione del 18 dicembre 2014  (file .pdf)

- Intesa in Conferenza Unificata del 6 aprile 2017 sul Bando per l'annualità 2014-2017 del Fondo integrativo per i comuni montani (file .pdf)

- Bando per le annualità 2014-2017 del Fondo integrativo per i comuni montani del 21 aprile 2017 - Documento completo  (file.pdf)

- Primo decreto di asseveramento delle graduatorie regionali 28 dicembre 2017  (file.pdf)

- Allegato al primo decreto (regioni Veneto, Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Puglia, Basilicata, Sicilia e Sardegna)  (file.pdf)

- Secondo decreto di asseveramento delle graduatorie regionali 5 aprile 2018  (file.pdf)

- Allegato al secondo decreto 5 aprile 2018  (regioni Piemonte, Valle D'Aosta, Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Emilia-Romagna, Abruzzo, Molise, Campania, Calabria) (file.pdf)

- Terzo decreto di asseveramento delle graduatorie regionali 27 luglio 2018  (file.pdf) - pubblicato in data 30 luglio 2018

Allegato al terzo decreto 27 luglio 2018   (regioni Lombardia, Liguria, Emilia Romagna, Abruzzo e Calabria (file .pdf) - pubblicato in data 30 luglio 2018

- Quarto decreto di asseveramento delle graduatorie regionali 29 ottobre 2018 (file .pdf) - pubblicato in data 30 ottobre 2018

- Allegato al quarto decreto 29 ottobre 2018 (regione Toscana) (file .pdf) - pubblicato in data 30 ottobre 2018

Decreto 8 marzo 2019 di individuazione dei beneficiari registrato presso la Corte dei conti  (file pdf) - pubblicato in data 10 maggio 2019

 

 

Fasi procedurali per l'erogazione delle annualità 2014-2017 

In data 4 settembre 2018 con la firma della bozza del decreto per l'individuazione dei beneficiari del finanziamento delle annualità 2014-2017, il Ministro Erika Stefani ha gestito la procedura che conduce all'erogazione dei finanziamenti.

Sono stati acquisiti i concerti preventivi del Ministero dell'Economia e delle Finanze, rilasciato in data 4 ottobre 2018, e del Ministero dell'Interno, rilasciato in data 5 ottobre 2018.

Nella seduta del 18 ottobre 2018 è stata acquisita l'intesa dalla Conferenza Unificata sullo schema di decreto.

In data 6 novembre 2018 lo schema di decreto è stato trasmesso alle Commissioni Parlamentari competenti per i profili finanziari.

In data 17 dicembre 2018 e 10 gennaio 2019, sono stati acquisiti dal Dipartimento i Commissari Parlamentari del Senato e della Camera dei deputati.

In data 23 gennaio il decreto di individuazione dei beneficiari è stato firmato dal Ministro Erika Stefani e trasmesso per la firma dei due ministri concertanti.

In data 12 marzo 2019 il decreto di individuazione dei beneficiari è stato ritrasmesso al Dipartimento, firmato di concerto con i Ministri dell'Economia e Finanze e dell'Interno.

Il decreto è stato registrato presso la Corte dei conti in data 8 aprile 2019 e in data 11 luglio 2019, si è conclusa la liquidazione dell'importo di euro 11.197.868,00, relativo al Fondo integrativo per i comuni integralmente montani - annualità 2014 -2017, a favore dei 407 comuni individuati con decreto 8 marzo 2019, a firma del Ministro per gli affari regionali e le autonomie, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze ed il Ministro dell'interno.

 Si evidenzia che, come previsto dall'articolo 9 del Bando del 21 aprile 2017,

Lo stesso articolo contiene le indicazioni per la rendicontazione dei progetti.

 

Comunicazioni o richieste di chiarimento possono essere inviate all'Ufficio I - Ufficio per le politiche urbane e della montagna, la modernizzazione istituzionale e l'attività internazionale delle autonomie regionali e locali, tramite la casella di posta del Dipartimento per gli affari regionali e le autonomie: affariregionali@pec.governo.it

Fondo integrativo per i comuni montani

Quesiti sul bando, pervenuti al 4 settembre 2017   (file.pdf)

Quesiti delle Regioni in fase istruttoria, al 1 dicembre 2017   (file .pdf)

  

 

Atti Annualità 2013

 -   Decreto del 19 dicembre 2013  (file .pdf)

 -   Decreto del 4 dicembre 2015   (file .pdf)

 -   Scheda sintetica da compilare   (file .doc)

 

 

 Fondo integrativo per i comuni montani: approfondimenti sulle annualità 2013 e 2014-2017

 I documenti sono disponibili sul sito:  Governo - Amministrazione trasparente

 

 

 >>> Servizio per le politiche urbane e per la montagna, per lo sviluppo locale e per il sostegno alla marginalità territoriale