Competenze

DM organizzazione Dipartimento a cura del Ministro per gli affari regionali 1.9.2016, registrato dalla Corte dei conti in data 26.9.2016, le norme per l'organizzazione e il riparto di competenza tra Dipartimento per gli affari regionali e l'Ufficio per lo Sport, con effetto da ottobre 2016, in attuazione del  DPCM 7.6.2016 , recante modifiche al DPCM 10 ottobre 2012 concernente l'ordinamento delle strutture generali della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

A decorrere dal giorno 30 ottobre 2016, l' Ufficio per lo Sport  è uscito dalla precedente struttura dipartimentale (ex Dipartimento per gli affari regionali, le autonomie e lo sport) assumendo una specifica autonomia, come "struttura di supporto al Presidente del Consiglio dei Ministri per l'esercizio delle competenze in materia di sport ", in attuazione del DPCM 7 giugno 2016 . 

Dal 31 ottobre 2016, la struttura dipartimentale, trasformata e riorganizzata, ha assunto la denominazione di "Dipartimento per gli affari regionali e le autonomie" .

Funzioni del Dipartimento per gli affari regionali e le autonomie

Il Dipartimento del Consiglio dei Ministri (ovvero l'Autorità politica delegata) si avvale per l'esercizio delle funzioni previsto dall'articolo 4 del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 303, nonché dall'articolo 12 del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 1 ° ottobre 2012, come modificato dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 7 giugno 2016, dalle altre disposizioni di legge o di regolamento.

Il Dipartimento assicura, inoltre, le funzioni di segreteria della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano e all'esercizio di tali compiti alle dipendenze funzionali e secondo gli indirizzi del presidente della Conferenza, ai sensi d'arte. 10, comma 2, del decreto legislativo 28 agosto 1987, n. 281.

Le prospettive strategiche di indirizzo del Dipartimento sono in direzione generale per la gestione degli affari e degli uffici del Segretariato generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri 

 

Anno 2019:

 Anno 2018:

Anno 2017:

Anno 2016: