Sala Consiglio dei Ministri

Consiglio dei Ministri n. 61: esaminate quarantuno leggi di Regioni e Province autonome

LEGGI REGIONALI

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro per gli affari regionali e le autonomie Francesco Boccia, ha esaminato quarantuno leggi delle Regioni e delle Province autonome, e ha quindi deliberato:

  1. la legge della Regione Toscana n. 32 del 04/06/2020, recante “Disposizioni in materia di scarichi e di restituzione delle acque. Modifiche alla l.r. 20/2006 e alla l.r. 69/2011.”, in quanto l’articolo 12, commi 1 e 6, riguardante gli impianti di trattamento delle acque reflue urbane, contrasta con la competenza esclusiva statale in materia di “tutela dell’ambiente e dell’ecosistema” di cui all’articolo 117, secondo comma, lettera s), della Costituzione, e in materia di tutela della concorrenza, di cui all’articolo 117, secondo comma, lettera e), della Costituzione;
  2. la legge della Regione Sardegna n. 17 del 24/06/2020, recante “Modifiche alla legge regionale n. 22 del 2019 in materia di proroga di termini”, in quanto l’articolo 1, relativo agli interventi edilizi, eccede dalle competenze statutarie, in violazione dell’articolo 3 dello Statuto speciale della Regione, e invade altresì la potestà legislativa esclusiva dello Stato in materia di tutela del paesaggio, di cui all’articolo 117, secondo comma, lettera s), e all’articolo 9 della Costituzione;
  3. la legge della Regione Veneto n. 24 del 23/06/2020, recante “Normativa regionale in materia di polizia locale e politiche di sicurezza”, in quanto l’articolo 3, comma 2, lettera b), l’articolo 9, comma 3 e l’articolo 18, comma 1, riguardanti gli enti del terzo settore, nonché l’articolo 3, comma 2, lettera b), l’articolo 8, commi 1, 2 e 3 e l’articolo 13, comma 2, lettere d), e), g) ed i), riguardanti la polizia locale e le politiche di sicurezza, violano l’articolo 117, secondo comma, lettere l) e h), in materia di ordinamento civile e ordine pubblico e sicurezza, nonché il principio di uguaglianza sancito dall’articolo 3 della Costituzione e il principio di sussidiarietà orizzontale sancito dall’articolo 118, ultimo comma, della Costituzione;
  4. la legge della Regione Calabria n. 10 del 02/07/2020, recante “Modifiche e integrazioni a piano casa (legge regionale 11 agosto 2010, n. 21)”, in quanto gli articoli 2, 3 e 4, riguardanti gli interventi straordinari di ampliamento, demolizione e ricostruzione di immobili, si pongono in contrasto con la tutela del paesaggio, garantita dall’articolo 9 della Costituzione, e violano la competenza esclusiva dello Stato in materia di tutela del paesaggio, di cui all’articolo 117, secondo comma, lettera s), della Costituzione;
  5. la legge della Provincia di Trento n. 4 del 03/07/2020, recante “Disciplina delle aperture nei giorni domenicali e festivi delle attività commerciali”, in quanto l’articolo 1 reca una disciplina limitativa degli orari degli esercizi commerciali, eccedendo dalle competenze statutarie e violando la competenza esclusiva dello Stato in materia di concorrenza, di cui all’articolo 117, secondo comma, lettera e), della Costituzione;
  6. la legge della Regione Piemonte n. 15 del 09/07/2020, recante “Misure urgenti di adeguamento della legislazione regionale – Collegato”, in quanto l’articolo 75, che contiene disposizioni in materia di appalti e concessioni, si pone in contrasto con i principi dell’ordinamento dell’Unione europea, in violazione dell’articolo 117, primo comma, della Costituzione, violando altresì l’articolo 117, secondo comma, lettera e), della Costituzione, per invasione della competenza legislativa esclusiva dello Stato in materia di tutela della concorrenza;
  7. la legge della Regione Puglia n. 16 del 07/07/2020 “Modifiche alla legge regionale 15 dicembre 2008, n. 34 (Norme in materia di attività funeraria, cremazione e dispersione delle ceneri), modifiche alla legge regionale 20 dicembre 2017, n. 59 (Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma, per la tutela e la programmazione delle risorse faunistico–ambientali e per il prelievo venatorio), disposizioni attuative della legge regionale 29 dicembre 2017, n. 67 (Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione 2018 e bilancio pluriennale 2018-2020 della Regione Puglia (legge di stabilità regionale 2018)) e disposizioni varie in materia di opere pubbliche”, in quanto l’articolo 1, commi 1 e 2, e l’articolo 2, comma 1, riguardanti i cimiteri e i sistemi di depurazione dell’aria, si pongono in contrasto con i principi fondamentali in materia di tutela della salute, in violazione dell’articolo 117, terzo comma, della Costituzione;
  8. la legge della Regione Puglia n. 18 del 07/07/2020, recante “Misure di semplificazione amministrativa in materia sanitaria”, in quanto l’articolo 1, commi 11 e 13, e l’articolo 9, riguardanti l’attività dei dirigenti medici e le procedure di autorizzazione e di accreditamento delle strutture sanitarie, contrastano con i principi fondamentali posti dal legislatore statale in materia di tutela della salute, in violazione dell’articolo 117, terzo comma, della Costituzione. Inoltre l’articolo 10, riguardante il personale regionale, viola l’articolo 97, della Costituzione e invade la competenza esclusiva dello Stato in materia di ordinamento civile, in violazione dell’articolo 117, secondo comma, lettera l), della Costituzione;
  9. la legge della Regione Toscana n. 51 del 06/07/2020, recante “Legge di manutenzione dell’ordinamento regionale 2019”, in quanto l’articolo 48, riguardante la spesa degli enti del servizio sanitario regionale, viola l’articolo 117, terzo comma, della Costituzione, in materia di coordinamento di finanza pubblica;
  10. la legge della Regione Sardegna n. 21 del 13/07/2020, recante “Norme di interpretazione autentica del Piano paesaggistico regionale”, in quanto l’articolo 1, riguardante il piano paesaggistico, viola gli articoli 9, 97 e 117, secondo comma, lettera s), della Costituzione, che riserva alla competenza statale la tutela dell’ambiente e del paesaggio;
  11. la legge della Regione Valle Aosta n. 8 del 13/07/2020, recante “Assestamento al bilancio di previsione della Regione autonoma Valle d’Aosta/Vallée d’Aoste per l’anno 2020 e misure urgenti per contrastare gli effetti dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”, in quanto varie norme eccedono dalle competenze statutarie e violano i principi costituzionali. In particolare: - l’articolo 10, riguardante la tassazione sullo smaltimento dei rifiuti speciali, viola la competenza esclusiva statale in materia di “tutela dell’ambiente e dell’ecosistema", di cui all’articolo 117, secondo comma, lettera s), della Costituzione; - l’articolo 13, riguardante l’assunzione di personale della dirigenza medica, veterinaria e sanitaria, senza il preventivo accertamento della conoscenza della lingua italiana, viola l’articolo 117, comma secondo, lettere l) e q), della Costituzione; - l’articolo 14, riconoscendo un’indennità sanitaria valdostana, viola gli articoli 3 e 97, nonché l’articolo 117, secondo comma, lettera l), e terzo comma, della Costituzione, con riguardo agli obiettivi di coordinamento della finanza pubblica; l’articolo 15 e l’articolo 22, che riconoscono una indennità di disagio al personale, violano gli articoli 3 e 97 della Costituzione in quanto in contrasto con le finalità perequative in ambito nazionale, nonché l’articolo 117, secondo comma, lettera l), in materia di ordinamento civile, e terzo comma, della Costituzione, con riguardo agli obiettivi di coordinamento della finanza pubblica; - l’articolo 46, disciplinando aspetti del trattamento economico del personale regionale di competenza esclusiva dello Stato, invade la materia dell’ordinamento civile, in violazione dell’articolo 117, secondo comma, lettera l), Costituzione; - l’articolo 77, che disciplina istituti afferenti le procedure di gara e l’accelerazione degli interventi infrastrutturali, viola l’articolo 117, secondo comma, lettera e), della Costituzione, in materia di tutela della concorrenza; - l’articolo. 78, in materia di pareri e autorizzazioni paesaggistiche, viola dell’articolo 9 della Costituzione, nonché l’articolo 117, secondo comma, lettere s) e m), della Costituzione; - l’articolo 81, comma 3, riguardante il regime autorizzativo degli impianti di smaltimento per rifiuti inerti di titolarità pubblica, viola la competenza esclusiva statale in materia di «tutela dell’ambiente e dell’ecosistema" di cui all’articolo 117, comma 2, lettera s), della Costituzione; - l’articolo 91, riguardanti il personale regionale, viola l’articolo 117, secondo comma, lettera l), della Costituzione, che affida allo Stato la competenza esclusiva in materia di ordinamento civile;
  1. la legge della Regione Friuli Venezia Giulia n. 11 del 23/06/2020, recante “Ulteriori interventi a sostegno delle attività produttive. Modifiche alle leggi regionali 3/2020, 29/2018, 2/2012 e 3/2015”;
  2. la legge della Regione Toscana n. 42 del 22/06/2020, recante “Disposizioni sul circuito automobilistico e motociclistico situato nel Comune di Scarperia e San Piero. Precisazioni normative. Modifiche alla l.r. 48/1994”;
  3. la legge della Regione Friuli Venezia Giulia n. 13 del 29/06/2020, recante “Disposizioni in materia di finanze, patrimonio e demanio, funzione pubblica, autonomie locali, sicurezza, politiche dell’immigrazione, corregionali all’estero e lingue minoritarie, cultura e sport, infrastrutture, territorio e viabilità, turismo, risorse agro- alimentari, forestali, montagna, attività venatoria, lavoro, formazione, istruzione e famiglia, ambiente e energia, cooperazione allo sviluppo e partenariato internazionale, sanità e sociale, Terzo settore (Legge regionale multisettoriale)”;
  4. la legge della Regione Marche n. 25 del 02/07/2020, recante “Disposizioni urgenti in tema di sviluppo economico, attività produttive e prelievo venatorio”;
  5. la legge della Regione Lazio n. 5 del 02/07/2020 “Disposizioni in materia di cinema e audiovisivo”;
  6. la legge della Regione Lazio n. 6 del 02/07/2020, recante “Ratifica delle variazioni al bilancio adottate dalla Giunta regionale in deroga all’articolo 51 del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, ai sensi dell’articolo 109, comma 2 bis, del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18. Disponibilità sul bilancio regionale 2020-2022 delle somme accantonate per l’anno 2020, ai sensi dell’articolo 3, commi 2 e 3, della legge regionale 27 dicembre 2019, n. 28 (Legge di stabilità regionale 2020)”;
  7. la legge della Regione Valle d’Aosta n. 7 del 01/07/2020, recante “Approvazione del rendiconto generale della Regione autonoma Valle d’Aosta/Vallée d’Aoste per l’esercizio finanziario 2019”;
  8. la legge della Regione Veneto n. 25 del 03/07/2020 “Ratifica dell’Intesa interregionale tra le Regioni Emilia-Romagna, Lombardia, Veneto e Piemonte per l’esercizio delle funzioni amministrative regionali in materia di navigazione interna interregionale sul fiume Po e idrovie collegate. Abrogazione della legge regionale 27 giugno 1997, n. 23”;
  9. la legge della Regione Veneto n. 26 del 03/07/2020, recante “Modifiche alla legge regionale 6 giugno 2019, n. 21 “Iniziative a sostegno della candidatura UNESCO delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene”;
  10. la legge della Regione Veneto n. 27 del 03/07/2020 “Disposizioni in materia di concessioni idrauliche e di derivazioni a scopo idroelettrico”;
  11. la legge della Regione Puglia n. 14 del 07/07/2020, recante “Misure regionali in favore degli adolescenti”;
  12. la legge della Regione Puglia n. 15 del 07/07/2020 “Interventi regionali per favorire l’autonomia, la vita indipendente e la qualità della vita delle persone con disabilità, anche senza supporto”
  13. la legge della Regione Puglia n. 17 del 07/07/2020, recante “Riconoscimento di debiti fuori bilancio ai sensi dell’articolo 73, comma 1, lettera a) ed e), del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, come modificato dal decreto legislativo 10 agosto 2014, n. 126”;
  14. la legge della Regione Puglia n. 19 del 07/07/2020, recante “Promozione della mobilità condivisa e nei comuni pugliesi”;
  15. la legge della Regione Puglia n. 20 del 07/07/2020, recante “Modifica alla legge regionale 4 dicembre 2009, n. 31 (Norme regionali per l’esercizio del diritto all’istruzione e alla formazione”;
  16. la legge della Regione Puglia n 22 del 07/07/2020, recante “Modifiche e integrazioni alla legge regionale 11 febbraio 1999, n. 11 (Disciplina delle strutture ricettive ex artt. 5, 6 e 10 della legge 17 maggio 1983, n. 217 delle attività turistiche ad uso pubblico gestite in regime di concessione e delle associazioni senza scopo di lucro)”;
  17. la legge della Regione Sardegna n. 19 del 03/07/2020, recante “Modifiche alla legge regionale n. 6 del 2020 in materia di contratti di formazione specialistica aggiuntivi regionali”;
  18. la legge della Regione Basilicata n. 18 del 09/07/2020, recante “Rendiconto per l’esercizio finanziario 2018 dell’Agenzia Regionale per il Lavoro e l’Apprendimento Basilicata (ARLAB)”;
  19. la legge della Regione Basilicata n. 19 del 09/07/2020, recante “Norme in Materia di requisiti igienico-sanitari per la costruzione, la manutenzione e la vigilanza delle piscine ad uso natatorio”;
  20. la legge della Regione Marche n. 28 del 02/07/2020, recante “Ulteriori modifiche alla legge regionale 11 luglio 2006, n. 9 “Testo unico delle norme regionali in materia di turismo””;
  21. la legge della Regione Puglia n. 23 del 07/07/2020, recante “Disposizioni per la valorizzazione, promozione e diffusione della Street Art”;
  22. la legge della Regione Basilicata n. 20 del 09/07/2020, recante “Modifiche ed integrazioni agli articoli 46 e 47 della L.R. 18 agosto 2014, n. 26 “Assestamento del Bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2014 e del bilancio pluriennale 2014/2016””;
  23. la legge della Regione Basilicata n. 21 del 09/07/2020, recante “Modifiche alla legge regionale 1°dicembre 2004, n. 26 (Nuove norme in materia di sport)”;
  24. la legge della Regione siciliana n. 12 del 07/07/2020, recante “Normotermia”;
  25. la legge della Regione siciliana n. 13 del 07/07/2020, recante “Disposizioni per l’accelerazione dei procedimenti amministrativi e per la realizzazione di interventi infrastrutturali urgenti”;
  26. la legge della Regione siciliana n. 14 del 7/07/2020, recante “Norme di contrasto al fenomeno della violenza di genere e misure di solidarietà agli orfani per crimini domestici”;
  27. la legge della Regione Molise n. 8 del 10/07/2020, recante “Disposizioni concernenti le vendite promozionali nel settore del commercio;
  28. la legge della Regione Toscana n. 52 del 06/07/2020, recante “Misure di sostegno alle guide turistiche della Toscana”;
  29. la legge della Regione Toscana n. 53 del 06/07/2020, recante “Misure di sostegno alle società sportive dilettantistiche che gestiscono impianti sportivi”;
  30. la legge della Regione Sardegna n. 20 del 13/07/2020, recante “Misure per il sostegno al sistema produttivo regionale per fronteggiare l’emergenza economica derivante dalla pandemia SARS-CoV-2”.

*****

Il Consiglio dei Ministri è terminato alle 22.45.