Struttura del progetto ReOPEN SPL

 

La struttura progettuale prevede quattro linee di attività:

 

1. Raccolta ed elaborazione dati

Le attività di ReOPEN SPL si basano sulla raccolta e analisi di dati e informazioni inerenti i tre settori, che vengono sistematizzati all'interno di apposite banche dati:

Informazioni e dati raccolti elaborati mediante aggregazione e disaggregazione, oltre a rappresentare un importante patrimonio informativo, permettono di individuare gap e criticità settoriali e/o territoriali utili a indirizzare:

 

2. Diffusione della conoscenza

Il patrimonio conoscitivo messo a sistema all'interno delle banche dati, è veicolato attraverso una serie di strumenti e attività di diffusione e valorizzazione integrati all'interno del sito web di ReOPEN SPL.

SPL Lex è il motore di ricerca ad interrogazione guidata (menu a tendina) per l’accesso alla banca dati giuridico-normativa.

Monitor SPL è il repertorio di dati e informazioni di sintesi estratte dal monitoraggio degli assetti territoriali per ciascuna regione e servizio.

SPL News e info è la sezione del sito dedicata a notizie e informazioni generali in materia di SPL o riguardanti i singoli servizi. Include aggiornamenti sull'avanzamento del Progetto ReOPEN SPL (riconoscibili dalla tag “ReOPENSPL”)

Reportistica. I risultati del monitoraggio sullo stato dell’organizzazione e gestione dei servizi in ciascuna regione viene sintetizzato in appositi report, che, per ciascuna regione e settore è possibile scaricare dalle corrispondenti pagine di Monitor SPL.

 

3. Modelli e standard procedurali

L’attività di ricerca e analisi permette di individuare, oltre a criticità territoriali e/o settoriali specifiche, anche gap di conoscenze e fabbisogni di competenze diffusi all'interno delle amministrazioni. ReOPEN SPL interviene su tali carenze con:

 

4. Progetti pilota

Qualora le risultanze delle analisi o specifiche segnalazioni dai territori facciano rilevare criticità “paradigmatiche”, vengono attivati interventi di supporto ad hoc per la risoluzione di problematiche specifiche in contesti territoriali e istituzionali che possano rappresentare casi – pilota replicabili. All'interno di tali amministrazioni vengono attivati gruppi di lavoro le cui attività vengono indirizzate e facilitate da advisor del Soggetto Attuatore.